Imane Fadil racconta il Bunga bunga



Imane Fadil, la storia. E’ il 17 settembre 2011 e durante l’edizione serale del suo telegiornale Emilio Fede accusa la modella marocchina di avere tentato di estorcergli 50mila euro in cambio del silenzio riguardo alla serate passate in casa di Silvio Berlusconi. Si apre un’inchiesta e il tribunale di Torino condanna il direttore del Tg4 per diffamazione aggravata: l’aggravante è data dal fatto che Fede aveva anche sostenuto che Imane Fadil avesse detto ai pm milanesi «falsità pericolose» in qualità di testimone al processo Ruby bis. La diretta interessata parla in esclusiva ai microfoni di Francesca Fagnani di Servizio Pubblico, programma di Michele Santoro: Imane spiega di aver ricevuto pressioni perché incontrasse, a processo in corso, l’ex presidente del Consiglio. E racconta cosa ha visto con i suoi occhi durante e dopo le famose “cene eleganti” dell’ex Cavaliere.