Valter Lavitola e la mania dei telefoni



Valter Lavitola e la mania dei telefoni. In questa parte dell’intervista spiega a cosa gli servono. Uno “per parlare in Italia con mia moglie, sicuramente intercettato”, poi un Blackberry per mandare chat e risparmiare, un altro ancora “per non essere intercettato. Ho anche la mania delle intercettazioni”. Poi Walter Lavitola chiarisce la vicenda delle schede telefoniche peruviane date a Berlusconi: non le ha consegnate lui all’ex presidente del Consiglio, è una fantasia, “a Berlusconi ho regalato tre sim italiane comprate da un peruviano. Gli dovevo parlare della mia lettura della vicenda della P4, avevo paura che il suo telefono fosse intercettato in quanto premier. Invece quello sotto controllo era proprio il mio, sono stati bravissimi quei geni della Digos che m’hanno buggerato”. Il servizio di Stefano Maria Bianchi, Walter Molino e Francesca Fagnani per Servizio Pubblico, programma di Michele Santoro.