Emma Marrone: “La Fornero piange? Noi piangiamo da anni”



Ai microfoni di Giulia Cerino per Servizio Pubblico, programma di Michele Santoro, parla Emma Marrone, la star del talent di Maria De Filippi Amici. E dice la sua sul momento che sta attraversando il nostro paese a livello politico ed economico: “Monti? Non è che arriva lui e si sistema tutto, non è il Gesù del nuovo mondo che porta i suoi figli smarriti per le rette vie…Prendiamoci tutte le nostre responsabilità, l’Italia è un paese che ce la può fare a salvarsi, possiamo battere in testa a tutto il mondo. Dobbiamo stringere un po’ la cintura, la manovra che tende al sacrificio” spiega Emma, classe 1984 – “Sento i politici stessi dire che sono pronti a rinunciare al vitalizio, a tagliarsi lo stipendio: se ce la fa mio padre che fa l’ìnfermiere e guadagna 1300 euro al mese ce la può fare anche un parlamentare con 5000 invece che 10 o 15mila…”.

EMMA MARRONE A SERVIZIO PUBBLICO

Emma Marrone parla poi della ministra Fornero: “Piange? C’è gente che piange da anni. Andando in pensione così tardi diventa difficile anche l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro; è un cane che si morde la coda”. E ai giovani dice: “Basta piangersi addosso, rimbocchiamoci le maniche. Quando sono stata licenziata dai tanti lavori che ho fatto, perché non c’erano più soldi o perché mi avevano sfruttata abbastanza, non andavo dall’avvocato ma mi dicevo che entro una settimana ne avrei trovato un altro. Io un tipo tosto? Sono una persona normalissima piena di ansie e paranoie anche se faccio la cantante. Non mi sono ancora comprata casa, sto mettendo tutto da parte. Vorrei un figlio ma con quali soldi? O faccio un figlio o mi compro casa”.