Il professor Renato Pallavidini: “Sono fascista e me ne vanto”



Renato Pallavidini è un docente di storia e filosofia presso lo storico liceo classico di Torino Massimo D’Azeglio. Fascista convinto e dichiarato, in un altro istituto nel 2007 fece dichiarazioni in classe contro la Giornata della Memoria, ricevendo poi una sospensione di due settimane. Pochi giorni fa il professore ha nuovamente esternato i suoi pensieri, questa volta sul proprio profilo Facebook: “Facciamo il tiro a segno con i negroni sotto casa mia?”, “Ora prendo la mia pistola e vado in sinagoga a fare una strage”. Al momento risulta indagato per istigazione all’odio razziale e i suoi computer sono sotto sequestro. In malattia d’ufficio da un anno, una Commissione medico-legale sta valutando la sua richiesta di pre-pensionamento. La storia di Pallavidini nel pezzo di Francesca Di Stefano per Servizio Pubblico, programma condotto da Michele Santoro.