Addio ad Agnese Piraino Leto, vedova di Borsellino. La sua deposizione al processo sulla strage di Via D’Amelio



Si è spenta Agnese Piraino Leto, moglie del giudice Paolo Borsellino. Questa è la testimonianza audio originale della sua fondamentale deposizione rilasciata ai magistrati della Procura di Caltanissetta il 27 gennaio 2010, nell’ambito della nuova inchiesta sulla strage di Via D’Amelio. Agnese ricorda le parole che il 15 luglio del 1992, otto giorni prima della strage, gli rivolse Paolo Borsellino: “Mio marito era sconvolto. Mi disse che tra la mafia e lo Stato c’era una trattativa…”.

Agnese Piraino Leto: l’audio della sua deposizione al processo

“Mi disse testualmente: ‘Ho visto la mafia in diretta, perché mi hanno detto che il generale Subranni era punciutu (affiliato alla mafia, ndr)’. E tre giorni dopo – continua Agnese – Paolo durante una passeggiata sul lungomare di Villagrazia di Carini mi disse che non sarebbe stata la mafia a ucciderlo, ma suoi colleghi e altri a permettere che ciò potesse accadere”.