La riforma Fornero nelle parole della ministra



Elsa Fornero spiega la riforma Fornero. Durante il Forum di Confindustria a Cernobbio il ministro del lavoro parla delle principali novità, dell’articolo 18 e di ammortizzatori sociali: “Non mi aspetto certo licenziamenti di massa, come effetto della nostra riforma. Purtroppo mi aspetto i licenziamenti legati alla recessione, che già c’erano prima e che continueranno ad esserci, perché la crisi non è affatto finita. Ma proprio per questo rinnovo l’appello ai nostri imprenditori: non abusate della buona flessibilità che la riforma introduce. Sarebbe il modo più irresponsabile di farla fallire”.

La riforma Fornero: cosa cambia

“La riforma possa su cinque aspetti fondamentali: le tipologie contrattuali, gli ammortizzatori sociali, flessibilità in uscita, le politiche attive del lavoro e i servizi per il lavoro. Tema cassa integrazione: resta ma non per i casi patologici. Altra novità: sparisce la mobilità lunga in cui davamo qualcosa per quattro anni senza chiedere niente. Chiederemo al lavoratore di essere attivo verso l’impiego: devi fare qualcosa, mostrare che vuoi fare qualcosa. Sull’articolo 18: non deve essere abolito anzi in alcune parti va rafforzato, come il licenziamento discriminatorio. Ma ci sarà una flessibilità in uscita del contratto dominante: il presupposto è che non tutti i datori di lavoro sono cattivi”. Il testo completo.