Manifestazioni No Tav: le notti di fuoco in Val di Susa



Le notti e i giorni di proteste in Val di Susa, tra fuoco e fumogeni. Le forze di polizia sono schierate ma gli attivisti non demordono e le manifestazioni No Tav proseguono: strade bloccate, sit-in. La tensione è alta e i momenti di protesta pacifica si alternano a quelli dominati dalla violenza. Il racconto di Servizio Pubblico.

Manifestazioni No Tav: il reportage

“Cosa avete al posto del cuore, dell’anima e del cervello?” chiede una manifestante alla polizia nel corso di un sit-in. Gli animi sono agitati, a tentare di bloccare l’opera sono in tanti, di età ed estrazione sociale diverse: “Questa è un’opera disastrosa dal punto di vista economico e ambientale: con gli stessi soldi si possono fare migliaia di treni per il servizio pubblico locale o dare un sussidio ai giovani precari. Si dice che la Tav è stata decisa dall’Europa: ma quale Europa? La stessa che sta distruggendo la Grecia?”.