Il piano Ue per la crescita: il punto di Gianni Dragoni



Per uscire dalla recessione in cui si trova l’Italia, il governo ha attuato una politica di austerità. Ora il piano Ue per la crescita prevede per i paesi membri un piano di rilancio dell’economia, spostando l’attenzione dall’austerità allo sviluppo. Che fine ha fatto la strategia annunciata dal presidente del consiglio Monti e dal ministro Corrado Passera?

Il piano Ue per la crescita e quello italiano

Il punto nell’editoriale di Gianni Dragoni, giornalista del Sole 24 ore, per Servizio Pubblico, programma di Michele Santoro. La fotografia del nostro paese è desolante. “L’Italia è schiacciata da un debito pubblico che supera il 120% del Pil, che quest’anno scenderà dell’1-2%. La pressione fiscale è la più alta d’Europa. Cosa fare?”.