Farinetti sulla crisi: “Annientare il cinismo”



“Analizzare tutte le cose senza emozioni insieme al corporativismo sono stati due tra gli elementi che hanno bloccato il nostro paese”. Così Oscar Farinetti sulla crisi ospite di Servizio Pubblico, programma condotto da Michele Santoro.

Farinetti sulla crisi

Per il numero 1 di Eataly “serve metterci più passione. E serve annientare il cinismo nato negli ultimi dieci, quindici anni. C’è poi da fermare il corporativismo in questi momenti di crisi, se ci riusciamo”.

Travaglio contro Farinetti

Nel corso di un’altra puntata di Servizio Pubblico, Farinetti si è scontrato con Travaglio circa il contratto chiuso da Eataly con Expo senza gara d’appalto. “Racconteremo la biodiversità, siamo gli unici a farlo nel mondo. L’Italia ha la biodiversità più potente al mondo, in Europa siamo quelli con la maggiore biodiversità vegetale ed animale. Noi di Eataly siamo andati a portare all’estero i piccoli imprenditori italiani. Abbiamo aiutato più di 1900 imprenditori ad esportare i loro prodotti”. La replica del giornalista: “C’erano anche concorrenti che volevano fare la gara, che però non è stata bandita. A Eataly sono stati dati 8000 mq nel padiglione italiano di Expo perché è amico del premier”.