Fascisti di sinistra: l’editoriale di Michele Santoro



Il vento delle primarie si attenua e si avverte un sinistro scricchiolio. Perché, secondo alcuni, il problema sono Travaglio, Grillo, Luttazzi ed i fratelli Guzzanti: senza questi fascisti di sinistra il nostro futuro sarebbe radioso. L’editoriale di apertura di Servizio Pubblico firmato Michele Santoro.

Fascisti di sinistra

“Nel giorno in cui Berlusconi si appresta a rifugiarsi in una sua personale Repubblica di Salò, minaccia di far cadere il governo Monti e fa impazzire lo spread e la Borsa, torna in campo l’idea che se non ci fossero che quei rompicoglioni il nostro futuro sarebbe radioso. Ma circa questo futuro radioso ci dovremmo porre una domanda molto semplice. In una Repubblica democratica, in una Repubblica seria è consentito a un politico o a un potente, coinvolto in un’inchiesta magari anche a torto, telefonare al Quirinale per chiedere un intervento dall’alto e mettere in riga quei magistrati? Se queste cose diventassero normali nel prossimo futuro allora non basterebbe cancellare le intercettazioni. Bisognerebbe anche togliere la scritta La legge è uguale per tutti dai tribunali”.