Luigi Abete e il sistema Europa



Per Luigi Abete “in Italia abbiamo un grado di democrazia e libertà adeguato. E non bisogna dimenticare che un anno fa eravamo in una situazione fallimentare a causa di problemi che arrivavano da lontano”. L’analisi del presidente della Bnl a Servizio Pubblico, programma di Michele Santoro.

Luigi Abete a Servizio Pubblico

“Il passato economico italiano incide sulla via del futuro. Sui 50 miliardi delle manovre del governo Monti, ben 30 erano già stati decisi dal governo Berlusconi. Delle cui scelte pagheremo il prezzo per i prossimi anni. Come nel 2014 quando avremo 80 miliardi di Finanziaria, di cui 60 decisi da Berlusconi” – spiega Abete – “Se c’è un problema di peso, questo nasce da lontano”.