L’editoriale di Michele Santoro sulle banche italiane



“Banche italiane comprate per poco e rivendute a caro prezzo: come si fa a non pensare che dietro ci sia qualcosa di sporco? Perché i banchieri scelgono all’interno dei partiti i loro uomini di riferimento? Questo si chiama lobby”. L’editoriale d’apertura di Michele Santoro sulle banche italiane e la loro crisi. Sulle note de Gli impermeabili di Paolo Conte.

Santoro sulle banche

“Ma chi quel signore un po’ triste nella piazza del Palio che se ne sta immobile sotto la pioggia nel suo impermeabile inzuppato? Quello che pensa: Vuoi vedere che anche questa volta il mio appuntamento va in fumo? Come si fa a spiegare che in una banca spagnola possa comprare Antonveneta a 6,6 miliardi di euro e poi pochi mesi dopo la rivenda a 9,3 miliardi? Magari quel signore pensa che qualcosa di sporco sotto ci sia” si interroga Santoro, aprendo ai temi della puntata.

Fassina su Mps

Nel corso della stessa puntata di Servizio Pubblico Stefano Fassina fa il punto sul Monte dei Paschi: “Il sindaco Ceccuzzi è intervenuto dentro la legge” – precisa il responsabile economico del Pd – “Invito tutti a soffermarsi sul fatto che faremo tesoro di questa esperienza. Lasciando prima di tutto lavorare la magistratura, non abbiamo nessun timore. Vadano fino in fondo e chi ha sbagliato è giusto che paghi fino in fondo. Poi su quali cambiamenti nelle norme possiamo fare per evitare che si ripetano problemi di questo tipo. Non è necessariamente un crimine che all’interno delle fondazioni ci sia qualcuno con un background politico”.