Tommaso Di Tanno: come tassare la ricchezza?



I ricchi si individuano per la consistenza del loro patrimonio e non del reddito. Tommaso Di Tanno, uno dei massimi tributaristi di Italia, spiega cosa si intende per ricchezza e come bisognerebbe tassarla. L’intervista di Francesca Fagnani per Servizio Pubblico.

Tommaso Di Tanno e la ricchezza

“Se dovessimo dividere gli italiani in fasce, la prima sarebbe composta da chi ha un patrimonio sotto i 500mila euro, che è evidentemente la maggioranza. Poi la seconda, da 500mila a due milioni, una parte consistente di coloro che vivono di lavoro. Poi da due milioni a venti, i benestanti. Infine i ricchi, sopra i 20 milioni di patrimonio” – spiega Di Tanno – “Accanto alla tassazione del reddito, credo sia giusto ipotizzare una tassazione di natura patrimoniale. Chi vive di rendita non evade perché non lavora: sono dei parassiti”.