Fassina difende Bersani: “Rivendico il tentativo fatto”



Sul governo Pd-Pdl guidato da Letta, sugli obiettivi prossimi e sulle responsabilità di uno stallo durato settimane, Fassina difende Bersani e le sue mosse: “Rivendico il tentativo che è stato fatto di provare a costruire un’intesa col Movimento 5 Stelle. Che ha raccolto domande a cui io voglio rispondere. volevamo fare un governo per intercettare una domanda di cambiamento”.

Fassina difende Bersani

Così Stefano Fassina ospite di Servizio Pubblico: “Nell’incontro con i capigruppo Letta ha parlato di cassa integrazione, di esodati, di Europa, di legge elettorale, di tagli ai costi della politica e al numero dei parlamentari. Il programma del suo governo non è un programma di legislatura, è un programma limitato, di emergenza” – spiega – “A nessuno di noi sta bene in questa situazione tant’è che abbiamo sacrificato un segretario nazionale per arrivare qui. Se volevamo fare l’inciucio l’avremmo fatto subito e Bersani sarebbe stato a Palazzo Chigi due settimane dopo le elezioni. Noi non pensiamo che i cittadini italiani siano stupidi, c’è differenza tra quindici giorni e oltre un mese”. Travaglio lo incalza: “Per fare alcune cose che ha detto Letta bisogna cambiare la Costituzione e servono due anni. Il governo quindi punta a durare almeno due anni. Non è di emergenza”.