La ‘ndrangheta al Nord: da Reggio Calabria a Milano



L’inchiesta di Servizio Pubblico sulle ramificazioni della ‘ndrangheta al Nord. A partire dallo scioglimento per mafia del comune di Reggio Calabria per arrivare fino al cuore di Milano…

La ‘ndrangheta al Nord

Nel pezzo a cura di Sandro Ruotolo, Maddalena Oliva e Claudio Pappaianni anche il nome dell’ex assessore al comune di Reggio Calabria Pasquale Morisani. Scrive di lui la Gazzetta del Sud:

“Un sostegno elettorale che addirittura risale al 2004, quando l’ex responsabile dei Lavori Pubblici di Palazzo San Giorgio, era presidente della IV Circoscrizione, per poi essere ribadito nella tornata elettorale del 2007. A spiegare come si sviluppasse questo appoggio è stato ieri davanti al Tribunale collegiale (presidente Andrea Esposito) il capitano dei carabinieri, Valerio Palmieri, l’ufficiale del Comando provinciale di Reggio Calabria che ha coordinato sul campo le indagini della Direzione distrettuale antimafia che hanno colpito duramente il sodalizio criminale che domina la scena nei rioni collinari. Dall’analisi investigativa, esposta in aula rispondendo alle domande del pm Sara Ombra prima e Stefano Musolino dopo, il capitano Valerio Palmieri non ha dubbi: «Pasquale Morisani ha richiesto e ricevuto un contributo di voti da Santo Crucitti». Sono decine e decine le intercettazioni telefoniche, ed ambientali, intercorse tra lo stesso Pasquale Morisani e «diversi personaggi collegati alla ’ndrangheta»

Altro personaggio al centro dell’inchiesta è Giuseppe Rechichi, socio privato della partecipata Multiservizi del comune di Reggio. Nel mezzo i nomi dei clan Tegano e Crucitti.