Nadia Macrì: “Le mie notti con Berlusconi”



Sandro Ruotolo intervista Nadia Macrì, ex escort di professione. La ragazza racconta le sue serate insieme all’ex premier Silvio Berlusconi. Macrì mostra una foto con autografo di Berlusconi, regalo della prima serata a casa del Cavaliere: “Mi diede anche il suo numero, ce l’ho scritto in questa agenda”. Poi inizia il racconto.

Nadia Macrì: l’intervista a Servizio Pubblico

“Lui collezione farfalle a casa. Queste me l’ha regalate lui” – dice Macrì mostrando i doni – “Non so se Lele Mora ed Emilio Fede sapessero che ero una escort. Non me l’hanno mai chiesto. Però lo sapeva il ragazzo che lavorava con Mora e che mi mise in contatto con lui. Poi mi chiamò direttamente il Presidente: si presentò dicendomi che era il sogno degli italiani. Mi disse se volevo venire per Pasquetta in Sardegna. C’era anche Apicella con la moglie. Eravamo tantissime ragazze, una trentina. Ci siamo radunate e abbiamo raggiunto la piscina coperta. Abbiamo fatto il bagno, Berlusconi ci chiedeva se ci piaceva il posto, ci diceva di divertirci. La notte con alcune ragazze abbiamo fumato un po’ di erba. Il giorno dopo ci ha fatto vedere il parco naturale, il pomeriggio ci ha dato una busta per andare a fare shopping al centro commerciale”.