“Noi No Tav non siamo terroristi”



“Il nostro non è un movimento di opinione, è un movimento di lotta. Non siamo dei terroristi, sappiamo di essere dalla parte del giusto”. Così parlano a Servizio Pubblico Francesco Richetto e Lele Rizzo, attivisti del Movimento No Tav. “Ci sentiamo parecchio presi di mira. Chi ci conosce sa che non dobbiamo dare nessuna spiegazione. Siamo convinti che il Tav sarà la prossima Salerno-Reggio Calabria, un pozzo senza fondo. Una mammella da mungere senza sosta” spiegano ai microfoni di Sandro Ruotolo.

No Tav terroristi?

In Val di Susa si consuma il sabotaggio contro il Tav, in una parte del Paese si diffonde l’idea di riprendere in mano la rivolta fiscale e il corteo dei movimenti che sabato ha invaso Roma contesta il sistema e la politica. Mobilitando decine di migliaia di persone e sostenendo che sovversivo è lo Stato che non garantisce i diritti fondamentali come la casa. Ma chi sono i protagonisti di queste proteste? E cosa vogliono ottenere? Sovversivi a chi? è il titolo della quinta puntata di Servizio Pubblico, in onda giovedì 24 ottobre 2013 alle 21.10, su La7. Tra gli ospiti in studio Giorgia Meloni, capogruppo alla Camera di Fratelli d’Italia, Anna Ascani, deputata del Partito Democratico, Francesco Richetto e Lele Rizzo del Movimento No Tav.