Paola De Pin e il voto a Letta



L’ex senatrice del Movimento 5 Stelle Paola De Pin racconta a Giulia Innocenzi per Servizio Pubblico le ragioni della sua fiducia al governo Letta e risponde alle critiche di avidità: “I soldi in politica servono. Ho in mente un nuovo progetto”.

Paola De Pin a Servizio Pubblico

“E’ stata una liberazione, ora sto molto meglio” – dice la De Pin ai nostri microfoni – “Erano sei mesi che soffrivo. Ora ci mettiamo una bella pietra sopra e cerchiamo se possibile di costruire qualcos’altro. Ho votato perché non voglio andare a votare con il Porcellum. Io ho mantenuto quello per cui sono stata eletta, era il primo punto della nostra campagna elettorale, abbiamo raccolto 350mila firme per dire No a questa legge. Quindi chi è che cambiato idea? La De Pin o il signor Beppe Grillo? Se siamo in questa situazione di Pd + Pdl  di chi è la colpa? Chi ha mandato Berlusconi? E’ colpa del Movimento 5 Stelle. Finalmente posso parlare. Anche molti Meetup hanno capito che così non si può andare avanti. Gruppo misto? Io non ho assolutamente paura di andare a casa. Abbiamo creato un’associazione, Stelle cadenti. Ripartiremo dal territorio per fare qualcosa di positivo per il paese. E servono i soldi”.