Scontri ai funerali di Priebke: “E la polizia che fa?”



Ad Albano Laziale, vicino Roma, si sono tenuti i funerali dell’ex ufficiale nazista Erich Priebke, morto a 100 anni. Nel corso delle esequie una manifestante è caduta a terra dopo uno scontro e ha accusato un malore. Il cognato ha reagito duramente contro le forze di polizia. Le immagini per Servizio Pubblico.

Scontri ai funerali di Priebke: le immagini

La cronaca raccontata da Il Post:

All’arrivo del carro funebre ad Albano, decine di persone hanno urlato slogan e mostrato striscioni contro l’ex componente delle SS, condannato per la strage delle Fosse Ardeatine nella Seconda guerra mondiale, e hanno dato calci e pugni al mezzo che trasportava la bara. A fatica il carro ha raggiunto la cappella all’interno dell’Istituto San Pio X, ma da quanto hanno appreso le agenzie di stampa, la cerimonia non sarebbe stata completata in seguito alla decisione del prete officiante di sospenderla, pare perché era stato vietato l’ingresso in chiesa ad alcuni appartenenti a gruppi di estrema destra.

Nella notte ad Albano ci sono stati nuovi scontri, durati pochi minuti, quando un furgone della polizia ha portato via la bara di Priebke. Negli scontri, cui hanno partecipato anche gruppi di estrema destra che gridavano “boia chi molla”, è rimasta ferita una giornalista del TG3. Il mezzo della polizia ha raggiunto l’aeroporto militare di Pratica di Mare e non è chiaro quali altri spostamenti saranno organizzati nelle prossime ore. Nella serata di ieri erano circolate voci circa una probabile cremazione del corpo di Erich Priebke presso il cimitero di Prima Porta.