Lo stato dei furbetti



Marco Travaglio sposta l’attenzione dagli intrecci di politica e finanza al ruolo passivo dello Stato rispetto a truffe e ruberie, mettendo a nudo l’incapacità dei poteri di vigilanza di giocare un ruolo realmente indipendente .