No Tav a Roma, assalita sede Pd a Via dei Giubbonari



Alcuni manifestanti del corteo No Tav che ieri ha sfilato per le vie del centro di Roma si sono accaniti contro la sede storica del Pd Roma Campitelli a Via dei Giubbonari. Tra targhe divelte e muri imbrattati è stata ‘presa a spintoni’ la segretaria del circolo democratico Giulia Urso: “Eravamo usciti per dialogare, ma non c’è stato verso. Ho visto isteria e odio represso”. Il racconto di Giulia Cerino e Francesca Di Stefano per Servizio Pubblico.

Via dei Giubbonari: l’offensiva No Tav

“Hanno portato via una targa, ne hanno imbrattata un’altra” – denuncia un militante democratico del circolo – “Hanno divelto tubi, hanno cercato di sfondare la porta e spintonato un po’ di persone. Una è finita anche all’ospedale”. Giulia Urso prosegue il suo racconto: “Non credo ce l’avessero precisamente col Pd. La rabbia era contro la sede di un partito. E credo sia una cosa molto grave. La nostra è una sede storica: essendo storica non la accettano più. Tra loro i No Tav si chiamano compagni? Infatti sono uscita per parlare, non per dirgli fascisti. Volevo venirgli incontro ma è stato impossibile, tra parolacce e aggressioni. Il dialogo è nel dna del Partito Democratico”.

GUARDA IL VIDEO DEGLI SCONTRI