Totò Riina contro il 41 bis



Totò Riina, il Capo dei Capi, e Alberto Lorusso, suo compagno d’ora d’aria, inveiscono contro la legislazione speciale che prevede il carcere duro, 41bis, per i detenuti facenti parti dell’organizzazione criminale mafiosa.

Totò Riina contro il 41 bis

La mattina del 5 settembre 2013 Totò Riina chiacchiera nel cortile del carcere di Opera in cui è recluso al 41 bis, con Alberto Lorusso, la sua “dama di compagnia”. Riina: “Ancora oggi non ho mai capito perché hanno sospeso la perquisizione. Io a casa non avevo niente però non riesco a capacitarmi perché si sono fermati”.