Napoli: l’ispettorato del lavoro ha ancora un senso?



“La situazione territoriale è critica dal punto di vista del lavoro in nero. Il popolo nel nostro lavoro ci crede ancora, dobbiamo vedere se ci crediamo noi.” Renato Pingue, dirigente dell’ispettorato del lavoro di Napoli, difende il suo operato di fronte alle critiche che hanno seguito la morte di Eddy e il suo ruolo in un contesto difficile, fra infiltrazioni mafiose e lavoro nero. L’intervista di Stefano Maria Bianchi