Gli ultrà del Napoli: “Siamo parte lesa, soli contro tutti”



Genny a’ Carogna è stato arrestato. Il capo ultrà del Napoli al centro di presunte trattative in relazione alla prosecuzione della finale di Coppa Italia, il tre maggio scorso a Roma. È accusato di resistenza a pubblico ufficiale e scritte che inneggiano alla violenza.

Gli ultrà del Napoli

Qualche giorno dopo i fatti dell’Olimpico, Valentina Parasecolo aveva raccolto le voci dei tifosi del Napoli, che difendevano l’ultrà. “Siamo solo noi, soli contro tutti. E ci fa molto onore. Parlate solo di camorra e Genny senza sapere che noi portiamo i bambini allo stadio. Siamo architetti, professionisti, non siamo pericolosi. Ma siamo ultras da sempre. Vogliono solo affossare l’immagine del Sud, e soprattutto l’immagine di Napoli”.