Kyenge sull’immigrazione: “è un problema globale”



L’analisi dell’ex ministro Kyenge sull’immigrazione: “Salvini parla con slogan. Un leader giovane come lui dovrebbe saper dialogare. Il problema della crisi economica non è causato dall’immigrazione. C’è troppa disparità tra chi guadagna tanto e chi guadagna poco: questo è il problema da risolvere. Noi abbiamo bisogno di buona politica perché l’immigrazione e il diritto d’asilo sono problemi globali”.

Kyenge sull’immigrazione

“Come Italia dobbiamo entrare in questa ottica globale, non si tratta di un problema di un singolo paese. Dobbiamo creare un sistema comunitario nella gestione dell’asilo. Dobbiamo costruire a livello europeo delle regole da condividere”.

Salvini sull’immigrazione

“Io non sono uno di quelli che dice andiamo a battere i pugni sul tavolo a Bruxelles perché non c’è più quel tavolo. Io sono uno di quelli che dice che se i confini ci sono vanno difesi. Si aiuta solo chi ha bisogno di essere aiutato e non nel modo in cui facciamo. Questo è traffico di carne umana. Le istituzioni internazionali come la Nato e l’Onu o la stessa Unione europea devono intervenire nei paesi dove c’è la guerra. L’Italia è indietro sull’immigrazione e Mare Nostrum è un operazione demenziale. Stanno aumentando le partenze e quindi il rischio di morte. I soldi di Mare Nostrum potremmo spenderli nei paesi d’origine degli immigrati per farli stare meglio. Spendiamo 40 euro al giorno per ogni immigrato mentre un disabile italiano prendo soltanto dieci euro al giorno dallo Stato”.