Giorgio Orsoni e il caso Mose a Venezia. L’opinione di Marco Travaglio



Marco Travaglio parla del sindaco di Venezia Giorgio Orsoni, coinvolto nell’inchiesta sul Mose. “Nel 2010 quando ci sono state le elezioni, e il Partito Democratico se la passava male rispetto ad oggi avevo scritto che per vincere avevano avuto bisogno di una persona che veniva dalla società civile. Dicevo che era una persona seria perché Giorgio Orsoni è un professore universitario. Uno che non aveva mai fatto politica e nessuno lo conosceva. Non ho mai detto che era una persona onesta”.

Travaglio su Giorgio Orsoni

“La tragedia di questa storia è proprio nella biografia di Orsoni, una figura specchiata e seria. Ma cosa si è scoperto dalle intercettazioni? Ancora prima di essere eletto aveva chiesto i soldi al Consorzio Venezia Nuova per la sua campagna elettorale. E prima di essere eletto cominciava a ricevere a casa sua le visite del presidente Mazzacurati che gli portava a tranche i 500 mila euro per la campagna elettorale. Questa è la tragedia”.