Mauro Corona contro i politici: “Sono insopportabili parolai”



L’analisi di Mauro Corona sulle politiche di tutela ambientale. “Un cittadino di Genova mi ha scritto: “Sono 100 anni che stanno cementificando. Fanno parcheggi chiudendo i ruscelli”. L’acqua deve avere una via di fuga, deve correre. E quando chiudiamo il percorso dell’acqua si sa che da qualche parte cresce e poi si sfoga”.

Lo scrittore poi parla del futuro di Genova: “Lì si sa che tornerà, bisogna risolvere il problema. Bisogna avere il coraggio di togliere qualcosa. Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca. La gente è stanca delle parole. I politici? Insopportabili parolai”

L’utopia di Mauro Corona

Il pensiero dello scrittore dopo aver ascoltato le proteste dei commercianti di Genova. “Si rimane sconvolti da questa protesta o sfogo, non so come chiamarla. Qui torniamo a questa società. Rudolf Steiner nel 1923 disse una cosa molto saggia: il demonio verrà sulla terra non con le zampette da capra e il forcone ma in forma di denaro. Nella nostra società si vuole ottenere soldi sempre e ovunque. Io ho paura, non ho più la forza di fidarmi. La gente pensa solo ad accumulare denaro. Questa è un’ipotesi sciocca e balorda ma bisognerebbe ricreare una società di bambini dove il denaro non interessa”.