Salvini sulla cooperazione: “Aiuti? Non solo ai migranti, anche agli italiani”



Matteo Salvini sulla cooperazione. Il segretario della Lega apprezza la possibilità di destinare fondi economici ad associazioni e cooperative che lavorano direttamente in Africa. Il problema, secondo lui, è che troppe di queste puntano a mantenersi più che ad aiutare.

Salvini sulla cooperazione

“Ci sono troppe organizzazioni, troppe pseudo onlus, troppe finte cooperative che usano quei soldi per mantenere la loro struttura. Non vorrei andare a ingrassare chi in Africa nemmeno ha mai messo piede. Per parlare di problemi seri vorrei che dopo quindici anni di governi di destra e di sinistra Renzi ha tagliato i fondi per il reinserimento lavorativo dei disabili. L’anno scorso c’erano ventuno milioni di euro, quest’anno sono zero. Penso che sia un pessimo segnale per gli italiani. Ci preoccupiamo giustamente dell’ebola ma non dimentichiamoci dei nostri cittadini a Roma, Milano eccetera. Quello che è sul mio pianerottolo ed è in difficoltà non merita meno attenzione solo perché è meno esotico. Devo aiutare anche lui o è da sfigati aiutare il vicino di casa?”.