Papa Francesco sull’Isis: “Dialogare? È difficile, ma mai chiudere la porta”



Papa Francesco sull’Isis. È possibile dialogare con i terroristi integralisti? Risponde il Papa: “Io non do mai per perso nulla. Forse non si può avere un dialogo, ma non chiudo mai una porta. È difficile, si può dire quasi impossibile, ma la porta è sempre aperta”.

Il consenso internazionale

Il Papa: “Quando si deve fermare l’aggressore, lo si deve fare con un consenso internazionale. Nessun paese ha il diritto per conto suo di fermare un aggressore ingiusto”.

Il pensiero di Papa Francesco sull’Isis

“La minaccia non è rappresentata solo dai terroristi ma anche dallo Stato che si sente in diritto di massacrarli a costo di tante vite innocenti. Questa è anarchia di alto livello”.

L’imam in Vaticano

Lo scorso 8 giugno Papa Francesco aveva organizzato una preghiera per la pace a cui erano presenti il Presidente israeliano Peres e il Presidente dell’Autorità Palestinese Abu Mazen. Durante l’incontro un imam recita un versetto del Corano: “Allah, dacci la vittoria sui miscredenti”.