Serenella Fucksia: “Un errore non votare Prodi”



Serenella Fucksia: “Io non volevo Mattarella e nemmeno Imposimato. Sul Quirinale il M5S ha perso un’occasione. Avremmo dovuto convergere su Prodi e mettere in difficoltà il Pd. Imposimato di fatto è un candidato improponibile, lo si vedeva dai numeri. Siamo stati a guardare, sarei stata un po’ più dinamica. Sarebbe stato difficile uccidere per la seconda volta il padre del Partito Democratico”. Cosi’ la senatrice grillina, da sempre critica verso la linea ufficiale del Movimento 5 Stelle, commenta l’elezione del presidente della Repubblica.

Paola Taverna su Mattarella

Il presidente della Repubblica, durante il discorso di inizio mandato, ha fatto chiari riferimenti alla necessità di lotta alla corruzione e alla mafia. La senatrice del Movimento 5 Stelle Paola Taverna: “Sarà compito di Mattarella dare voce alle opposizioni in Parlamento. Lui ha parlato di maggiore centralità del Parlamento, cosa che abbiamo vista completamente esautorata da quando c’è Renzi. Abbiamo visto mettere al centro dell’agenda politica l’anticorruzione e la mafia. Non me la sento di dire un no a priori. L’apertura di credito a Mattarella è dovuta. Oggi è il Presidente della Repubblica e credo sia da buon cittadino e da buon italiano cercare di non mettere i bastoni fra le ruote e metterlo nelle condizioni di fargli fare un buon lavoro anche grazie alla nostra partecipazione”.