Luttazzi: “Ingiuriare i mascalzoni con la satira è onorare gli onesti”



La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso con cui Silvio Berlusconi chiedeva 10 milioni di risarcimento per l’intervista di Daniele Luttazzi a Marco Travaglio nel programma “Satyricon”. Dopo 14 anni è arrivata la sentenza definitiva. Il monologo di Luttazzi a “Rai per una notte” dopo la cacciata dalla televisione pubblica.

“Ma cosa vogliono questi giudici cribbio! Lui è Silvio Berlusconi, Silvio Lolito Berlusconi. La Costituzione gli va stretta, non puoi costringere uno come lui dentro la Costituzione. Lui è un fuoriclasse, è come costringere Tiger Woods a giocare a golf in uno sgabuzzino. Ma nonostante Berlusconi avesse minacciato i giudici con una motosega, per fortuna la Corte ha bocciato il lodo Alfano. Finalmente Berlusconi è finito, vi do la buona novella dal Paladozza di Bologna.

Lo show di Luttazzi

“B. andrà a processo per il caso Mills, verrà condannato per corruzione, interdizione dai pubblici uffici e fine del regno birbonico. Possiamo festeggiare! Bello sentirselo dire eh? Io però ci credo e avevo fatto preparare una torta gigante qui dietro le quinte. Purtroppo due minuti fa la spogliarellista dentro la torta ha avuto le mestruazioni. Vatti a fidare di Tarantini… e così dovremmo rimandare. E lo so, sono tempi bui. L’altro giorno apro il giornale e leggo ‘cala la fiducia nel governo’. Ma la fiducia in Berlusconi tra gli italiani è oltre il 60%. Non importa che la sua politica tagli i salari e gli investimenti, distrugga la sanità, la giustizia e l’ambiente … tutto questo non importa. Come si spiega tutto ciò? Io ho una mia teoria…”