Nicola Morra: “I partiti non ci fermeranno”



L’attacco di Nicola Morra dalla “Notte dell’ onestà di Piazza del Popolo. “Noi veniamo fuori da un cono d’ombra determinato dalla volontà del sistema e del potere di renderci ogni giorno di più distanti dalla realtà. Il sistema ha sempre allontanato noi italiani dalla verità. Lo ha fatto massacrando la scuola pubblica italiana. Ha reso la televisione sempre più invasiva dequalificando il prodotto che un tempo era anche cultura. Perché chi è della mia generazione ricorda che Edoardo De Filippo noi lo conoscevamo grazie alla RAI. La televisione pubblica era una delle più grandi aziende culturali del nostro paese. Abbiamo tanto da salvaguardare perché tanto ci è stato lasciato. Rifiutiamo la logica della rassegnazione, non cambieremo mai con questi quattro che ci vogliono turlupinare. Facciamo funzionare il nostro cervello e mettiamo alla prova tutto questo che il sistema ci propina”.

L’intervento di Luigi Di Maio

“L’affare di Mafia Capitale ha dimostrato che la mafia in Italia è un sistema politico criminale in cui se non esistessero i politici corrotti la mafia morirebbe di fame. Il sistema che esiste attualmente non si nutre dei politici corrotti. La mafia è i politici corrotti che con le vostre tasse truccano gare d’appalto per trasferire fondi pubblici ad organizzazioni criminali”.