Sottomissione di Houllebecq. La ricostruzione in studio



Michele Santoro ricostruisce in studio alcune parti del libro “Sottomissione” di Houllebecq. Romanzo che sta destando scalpore e generando diversi dibattiti in tutta Europa.

“Nel 2022 la Francia ha eletto il suo primo presidente islamico: Mohammed Ben Abbes. Il candidato della fratellanza mussulmana che ha vinto il ballottaggio contro Marine Le Pen con un ampio margine di vantaggio”.

“Sottomissione” di Houllebecq

Com’è potuto accadere? “La mediocrità, la pochezza dell’offerta politica di questi ultimi anni è sempre stata sbalorditiva. Veniva eletto un candidato di centrosinistra poi la popolazione si stufava e veniva eletto uno di centrodestra e così via. Si trattava solo di una spartizione del potere tra due gang rivali. Dopo lunghe trattative la fratellanza mussulmana ha proposto un accordo con la sinistra. I mussulmani hanno concesso al partito socialista i ministeri chiave delle finanze e degli interni. Hanno preteso in cambio carta bianca sull’istruzione”.

Istruzione e demografia

“Per la fratellanza mussulmana ciò che conta sono la demografia e l’istruzione. Trionfa chi dispone del miglior tasso riproduttivo e chi riesce a trasmettere i propri valori in maniera migliore. L’economia è solo fumo negli occhi, chi controlla l’istruzione dei bambini controlla il futuro. Ogni bambino francese deve beneficiare di un insegnamento islamico per tutta l’eta scolare. E l’insegnamento islamico è molto diverso dall’insegnamento islamico”.