Anna: “Combatto per mio figlio ucciso dalla leucemia nella Terra dei Fuochi”



Anna Magri è la madre di Riccardo morto a due anni, “ucciso della leucemia nella Terra dei Fuochi”.

Il racconto del dramma. “Abbiamo scoperto che il nostro bambino a sei mesi aveva la leucemia linfoblastica acuta. Io non sapevo nemmeno cosa fosse. C’è stata l’incuranza dei medici di base perché comunque non pensavano che un bambino così piccolo potesse ammalarsi in una fascia d’età così precoce. E quindi dal medico giusto abbiamo immediatamente individuato la patologia che è una patologia atroce per un bambino così piccolo. Noi non accettavamo che lui avesse questa malattia, eravamo increduli. In ospedale ha fatto i suoi primi passi e detto le sue prime parole. La sua vita l’ha passata in ospedale”.

Le scarpine di Riccardo

“Porto le sue scarpine come simbolo per rappresentare tutti i bambini della Terra dei Fuochi che ancora oggi si ammalano gravemente. Queste scarpe rappresentano una vita spezzata e noi non capiamo il perché. Lo Stato ci ha abbandonato a questo destino e non vuole riprendere la situazione in mano. Le azioni concrete non dovrebbero limitarsi all’impiego dei militari nelle zone critiche. E comunque sono pochi duecento militari in una zona così vasta. Noi abbiamo votato persone che adesso ci stanno rappresentando ma non soddisfano i bisogni della nostra terra”.