Jebreal contro Renzi: “La tragedia del governo è non avere un’idea”



Rula Jebreal contro Renzi. “La tragedia nella politica è non avere una strategia”. La critica della giornalista commentando le “non proposte” della rappresentante del governo Lia Quartapelle sulla questione libica. “Non ho ancora sentito proposte, né soluzioni e questo è sconcertante. Quando l’Italia ha dato il suo appoggio per liberare la Libia da Gheddafi c’era una condizione precisa. Addestrare le guardie costiere libiche a monitorare il confine. “Questa condizione non è mai stata rispettata. Almeno cercate di far rispettare gli accordi stipulati come condizione per la liberazione della Libia. Era scontato che in Libia si arrivasse alla guerra civile dopo aver smantellato le istituzioni. Quello che non era prevedibile è la mediocrità di questa politica europea e italiana che fatica a trovare soluzioni. Non hanno idee”.

Rula Jebreal contro Renzi

Poi l’attacco a Renzi: “Quando ha parlato a New York si è portato dietro persone che lo applaudivano, sembrava un dittatore egiziano. Non ha portato neanche un’idea”.

Il Caos in Libia

“La situazione tra Libia e Siria è una situazione profondamente complessa e intrecciata. Il ruolo di Putin, quello che vorrebbe avesse Renzi, è molto complesso: bisogna capire come Russia e nuova Libia potranno in futuro vivere insieme nello stesso mercato”.