Gian Antonio Stella: “La ricchezza genera disuguaglianza, non benessere”



Michele Santoro apre il dibattito: “Questo tipo di banche descritte anche da Falciani hanno metà del debito globale di tutta l’umanità”. La risposta del giornalista del Corriere della Sera Gian Antonio Stella. “Qui vedi come sia saltato un principio dato per scontato negli ultimi decenni. Ossia che più persone ricche ci sono più la ricchezza si distribuisce meglio. In realtà non è così. Il caso Falciani e tanti altri che sono sotto gli occhi di tutti dimostrano che non è così. Non è vero che più arricchiscono in cento più intorno c’è ricchezza per altri mille e poi intorno a questi mille per altri centomila e via dicendo. Non è più così. Da una parte c’è questo aspetto, dall’altra c’è il fallimento di un certo tipo di egualitarismo”.