Enrico Zanetti sul caso Falciani: “Non ci saranno condoni”



Il sottosegretario Enrico Zanetti promette: “Non ci saranno condoni per coloro i cui nomi sono presenti all’interno della lista Falciani. Ci sono già persone che hanno scudato nel 2009. E sono circa il 65% quelli sui quali sono state attivate indagini. A riprova del fatto che non tutti sono loschi. Ci sono persone nella Lista Falciani che hanno dei conti perfettamente leciti. Gli scudi fiscali erano una dinamica comportamentale dei governi precedenti per abbassare le tasse nel brevissimo periodo”.

Santoro contro Enrico Zanetti

Santoro contro Zanetti: “Lo 0,07% degli italiani dichiara un reddito superiore a 300mila euro. Mi spiegate come è possibile che Falciani ne abbia trovati 7500 solo nella filiale svizzera dell’HSBC? Una cosa veramente incredibile, i numeri non corrispondono.”

Zanetti replica: “Va bene. Però se diciamo che l’83% delle tasse lo pagano i dipendenti e i pensionati il messaggio che passa è quello di un’evasione ancora superiore nella percezione rispetto a quella reale. Non può bastare la narrazione monocategoriale per capire il problema dell’evasione”.

Falciani: “Cambiamo le leggi”

Il pensiero di Hervé Falciani: “Certe cose sono evidenti a tutti. Ci sono banche che non si comportano come devono e non facciamo niente. Neanche la giustizia può fare qualcosa perché non ci sono le leggi. Se non proteggiamo chi rivela le notizie non cambierà mai nulla”.