Banca Intesa: è maxi evasione? L’analisi di Gianni Dragoni



Banca Intesa: Paola Bacchiddu e Gianni Dragoni spiegano il ruolo di Eurizon. L’ipotesi è il mancato versamento dell’Ires per un totale di circa 879 milioni di euro in 5 anni.

Esterovestizione per Banca Intesa?

“L’accusa è un classico, la esterovestizione di una società. Che cosa vuol dire? Vuol dire che una società che secondo la Guardia di Finanza opera in Italia è stata fatta apparire come se fosse domiciliata in un altro paese. In questo caso è il Lussemburgo per sfruttare le tasse più basse di questo paese.

Le tasse in Lussemburgo

“Le tasse sui redditi arrivano fino al 4% e c’è la possibilità di fare accordi tra le società e lo Stato. Alcuni furono fatti anche quando l’amministratore della banca era Corrado Passera. Questo ovviamente secondo la Finanza perché la banca nega. L’Ocse usa questo principio: dove c’è la stabile organizzazione di un’impresa è lì che si pagano le tasse. Se l’organizzazione dell’impresa è in Italia, le tasse non puoi pagarle in Lussemburgo”.