Faraone: nel Mezzogiorno non c’è più nulla da scambiare



Davide Faraone polemizza con Marco Travaglio: “Paradossalmente, al contrario di quello che dice Travaglio, oggi il voto siciliano è più libero perché ci sono più le possibilità economiche per comprarlo. In sicilia non c’è più nulla da scambiare. Polemizzavo con Travaglio perché puoi prendertela con la classe dirigente siciliana ma non con i cittadini. Non è tollerabile pensare che tutti i siciliani siano schiavi dei politici. Oggi per fortuna mancano le risorse dell’assistenzialismo economico del passato e i ragazzi e le ragazze del Mezzogiorno stanno cominciando a rimboccarsi le maniche e costruire percorsi autonomi. E questa ricchezza che si sta creando sta liberando il voto dei cittadini del Sud. I siciliani non sono solo quelli che vanno a baciare l’anello del politico di turno. Dobbiamo investire su questi giovani che vogliono costruire un futuro diverso”.

Travaglio contro Faraone sul voto di scambio

L’analisi del direttore del Fatto Quotidiano. “L’unica riforma sul tema delle mafie, quella del voto di scambio, ha solo peggiorato le cose. Segno evidente che il voto di scambio in questo momento è l’apoteosi, altro che superato. L’unica rottamazione la fanno i carabinieri e i magistrati quando vanno e si portano via qualcuno”.