Paragone e i grillini: “Non dimentichiamoci del M5S, ha molta forza”



Paragone e i grillini. L’analisi politica del giornalista sul ruolo del movimento formato da Beppe Grillo. “Concentrati sui giochetti fra centro-destra e centro-sinistra, ci siamo dimenticati il Movimento Cinque Stelle che va in doppia cifra. Il partito di Grillo continua a esserci ed è trasversale di opinioni e proposte, ha molta forza sul ceto moderato”. 

Paragone su Tosi

“Io penso che in Veneto Zaia sia forte perché è il governatore uscente. E in un periodo di ripresa economica i piccoli imprenditori del Veneto non vogliono avventurarsi in nuove candidature. La conservazione penso che favorisca Zaia. Salvini non potrà mai ambire a fare il candidato premier. La sua partita è residuale, s’inventerà un altro nome per il candidato premier”. E rivolgendosi a Tosi: “Se ti allei con Passera non vai da nessuna parte. Questo è il paese che ha rigettato Mario Monti. Cosa volete che ci metta a rigettare un banchiere come Corrado Passera”.