Flavio Tosi: da Passera a Alfano, fino a Calderoli



Flavio Tosi: “Passera non potrà essere un mio alleato immediato perché non sarà presente alle regionali. Corrado Passera quando fonda il suo partito dice chiaramente ‘noi non saremo presenti alle elezioni regionali in Veneto’. Chi parla di alleanze con lui quindi dice solo stupidaggini. Alfano è stato ministro della Giustizia nel governo in cui era presente anche la Lega. Prima andava bene, adesso no. Bisognerebbe essere più coerenti e seri. I rapporti tra Alfano e la Lega non sono coerenti, ci sono alleanze locali che smentiscono i rapporti nazionali”.

Paragone su Flavio Tosi

L’analisi del giornalista. “Io penso che in Veneto Zaia sia forte perché è il governatore uscente. E in un periodo di ripresa economica i piccoli imprenditori del Veneto non vogliono avventurarsi in nuove candidature. La conservazione penso che favorisca Zaia. Salvini non potrà mai ambire a fare il candidato premier. La sua partita è residuale, s’inventerà un altro nome per il candidato premier”. E rivolgendosi a Tosi: “Se ti allei con Passera non vai da nessuna parte. Questo è il paese che ha rigettato Mario Monti. Cosa volete che ci metta a rigettare un banchiere come Corrado Passera”.