Travaglio a Fusi: “Lei pensa che Verdini difenda lo Stato? Beata ingenuità!”



Travaglio a Fusi. Riccardo Fusi racconta le telefonate avute con Denis Verdini per chiedere come mai la sua azienda non fosse presente a L’Aquila durante la ricostruzione dopo il terremoto. “Io sono nato insieme a Verdini, lo conosco benissimo. Siamo cresciuti insieme, abbiamo lavorato insieme. Non vedo dove sia il problema. Io telefonavo a Verdini non per avere raccomandazioni per gli appalti. Chiamavo per chiedere difesa, la difesa mia che coincideva con quella dello Stato”.

Travaglio a Fusi

“Ha sbagliato numero se pensa che Verdini difenda lo Stato? Beata ingenuità!”. La replica del costruttore: “Travaglio è sempre molto bravo. Ribalta sempre la realtà. Io telefonavo a Verdini per dire guarda che all’Aquila vincono solo le ditte che sono in una lista di gradimento di Bertolaso. Siccome la mia impresa non è su quella lista come si fa a vincere un appalto?”

La Massoneria e gli appalti

“Se Renzi è collegato alla massoneria di Firenze non so nulla. La massoneria non solo incide sugli appalti di Firenze, ma in tutta Italia. Un gruppo di persone potenti che protegge solo alcune persone. Ma questo è noto, non credo debba dirlo io”.