Vaccarino, il sindaco 007 che scriveva a Messina Denaro.



Sandro Ruotolo intervista Antonio Vaccarino, l’ex sindaco di Castelvetrano. Con lo pseudonimo di “Svetonio” e su mandato dei servizi segreti riuscì a intavolare una corrispondenza basata sui pizzini con il superlatitante Matteo Messina Denaro, che lo credeva amico. “Il boss gode di protezione, non è forte lui ma chi vuole che resti latitante”.

Vaccarino su Giuseppe Cimarosa

Poi commenta le parole di Giuseppe Cimarosa. Il parente di “U siccu”, che dal palco della “Leopolda siciliana” ha ripudiato ogni legame con il boss. “Le sue parole sono una svolta per la nostra comunità”.

La storia del nipote ribelle

Giuseppe Cimarosa vive a Castelvetrano, il quartier generale della famiglia di Matteo Messina Denaro, latitante da più di 20 anni. Giuseppe è il nipote di secondo grado del boss. Nelle scorse settimane, dal palco della Leopolda siciliana organizzata da Davide Faraone, ha rinnegato i suoi legami con le cosche.