Saviano legge Eduardo Galeano: il diritto di sognare



A Servizio Pubblico Roberto Saviano legge Galeano ed è protagonista di un lungo monologo nella puntata “O la piazza o il Re”. Racconta il sogno della democrazia culminato nel referendum che mise fuorigioco Pinochet nel 1988. A conclusione del suo intervento l’autore di Gomorra legge un testo dello scrittore uruguaiano Eduardo Galeano, scomparso all’età di 74 anni.

Il diritto di sognare

“Nel ventunesimo secolo, se ancora saremo qui, tutti noi saremo gente del passato millennio. E benché non possiamo indovinare il tempo che sarà, possiamo avere almeno il diritto di immaginare come desideriamo che sia. Nel 1948 e nel 1976, le Nazioni Unite proclamarono le grandi liste dei diritti umani. Tuttavia la stragrande maggioranza dell’umanità non ha altro che il diritto di vedere, udire e tacere. Che direste se cominciassimo a praticare il mai proclamato diritto di sognare?”