Un Paese senza regole. La copertina della puntata



Un paese senza regole. David Raggi, 27enne ternano, muore nel centro della sua città dopo essere stato colpito alla gola con una bottiglia. L’assassino è Amine Aassoul, ragazzo marocchino espulso dal nostro Paese ma rimasto clandestinamente in Italia. La famiglia di David non vuole cavalcare l’onda dell’odio razziale e prova ad arginare la caccia alle streghe, ma tanti sono arrabbiati. “David è stato barbaramente assassinato da gentaglia che non dovrebbe stare qui”. Una storia di vittime e carnefici dai due volti, quelli di un Paese incapace di darsi regole e farle rispettare.

Il Cara di Mineo

Basta andare a Mineo, Sicilia, per scoprire l’altra faccia della medaglia. Qui è nato il più grande centro d’accoglienza d’Europa: 3000 persone sono stipate in una struttura che può fornire al massimo 2000 posti letto disponibili. E i migranti, per guadagnare qualcosa, lavorano nei campi circostanti, dove i caporali li pagano 15 euro per 10 ore al giorno, mentre la gente del posto scuce loro 5 euro per un passaggio in macchina.