Pisapia e Riondino sul Partito della nazione



Pisapia e Riondino commentano l’esperimento elettorale campano. L’attore è abbastanza drastico nella sua analisi. “Io ho rinunciato al voto da tre anni anche pubblicamente strappando la mia tessera elettorale. Sarò accusato di populismo e qualunquismo ma questa non è la gente che meglio ci può rappresentare”. E in particolare il Sindaco di Milano è scettico sulla scelta di De Luca come candidato alla presidenza della regione Campania. “Leggere quelle liste è più che imbarazzante. In campania sta passando la linea raccogliamo tutto pur di vincere. Il popolo del Pd sta cercando di fare un passo in avanti. Mi ha molto colpito la scelta di candidare una persona, che secondo la legge Severino, non potrebbe esercitare il mandato dato dagli elettori”.