Servizio Pubblico: i numeri di un successo



Crisi del talk? Piuttosto, come ribadito lunedì da Michele Santoro nella presentazione del nuovo ciclo di Announo, è la tv a essere in crisi, dopo aver smarrito la capacità di innovare.
Questo report realizzato dal centro studi di Barometro conferma l’alto gradimento di Servizio Pubblico lungo le ultime tre stagioni, che lo posizionano in maniera indiscussa ai vertici di La7. Al primo e al secondo posto per ascoltatori assoluti, lungo tutta la storia della rete, ci sono due puntate di Servizio Pubblico. Quella del 10 gennaio 2013,con oltre 8,5 milioni di spettatori, e quella del 28 febbraio 2013, che superò i 3,77 milioni. Anche nella top 10 dei programmi con più spettatori del primetime di La7 Servizio Pubblico la fa da padrone. Con cinque posizioni occupate.

Crisi del talk? Lo share di Servizio Pubblico

Quando si passa allo share, il programma di Michele Santoro svetta al primo posto con il 33,59% di share della puntata “Mi consenta” con ospite Silvio Berlusconi. Per arrivare poi a occupare quattro piazze complessive nella top5 e quindici nella top20 di sempre. Anche la classifica dei talk più visti di quest’anno su La7 porta soddisfazioni. Servizio Pubblico occupa le prime 7 posizioni, mentre i piazzamenti in classifica salgono a quattordici se si considera la top20. L’ultimo dato è realtivo al differenziale rispetto allo share medio dela rete, calcolato nelle 24 ore. Servizio Pubblico vanta nei tre anni di messa in onda differenziali rispettivamente del +9,5%, +5,9% e +2,4%. E non fa eccezione Announo. Nei due anni di messa in onda ha totalizzato un +3,7% e un +1% rispetto alla media di rete.