Dario Fo: “I soldi della casta? Guai a chi li tocca”



I soldi della casta. Sandro Ruotolo intervista Dario Fo e Franca Rame.

“Ho notato che tutti quelli che hanno attaccato Celentano per il suo monologo a Sanremo non hanno capito una cosa. Celentano parla per allegoria, è un attore. Trasforma la banalità in arte. I tempi, i ritmi, le pause sono quelli di un grande attore. Invece leggono le cose brutalmente per quello che appaiono e non per quelle che sono. Anche molti della sinistra sono andati nella chiave dell’ipocrisia. Non hanno più una dimensione di sincerità e du volontà di essere sinceri. Basta vedere il problema della paghe. Quello che prendono e quanto hanno lottato come gli altri partiti per tenerselo. Guai a chi li tocca è roba nostra!”.

Il racconto di Franca Rame

La moglie di Dario Fo, racconta di quando con l’aiuto di Adriano Celentano portò in televisione il proprio spettacolo Lo stupro.