Call Center, a rischio 80mila posti. Il grido delle donne dell’ex People Care



L’allarme dei sindacati nel settore dei call center. “Nel giro di qualche mese ci saranno 70-80mila posti a rischio”. A lanciarlo sono Slc-Cgil, Uilcom, Fistel-Cisl che sono stati ascolati, durante un incontro, dalla commissione Lavoro del Senato in merito alla vertenza inviata da Almaviva. Si prospettano non solo tagli nei posti di lavoro ma anche trasferimenti. Una situazione drammatica e scoraggiante per i lavoratori dei call center che da anni combattono contro tagli e licenziamenti.

La protesta delle donne di Livorno

Durante Rosso di Sera, le telecamere di Servizio Pubblico di Michele Santoro, avevano dato voce al grido disperato di un gruppo di donne lavoratrici del call center dell’ex People Care di Collesalvetti (Livorno): “Ci hanno lasciato a casa, siamo 341 licenziati. Rivogliamo il nostro lavoro”. Dopo un anno circa – secondo Il Tirreno – solo una metà sono stati riassunti.