Vita da Briatore



Flavio Briatore a tutto campo nella prima puntata di Italia, il nuovo programma di Michele Santoro: dai modelli di sviluppo e turismo, ai problemi della disoccupazione giovanile e la fuga di cervelli, fino alla corsa elettorale di Donald Trump.

Vita da Briatore: Trump e l’Italia

“Donald parla come la gente, si è creato un grande entusiasmo intorno a lui. Qui non ci rendiamo conto, lo prendevano in giro anche per i capelli. Trump è un imprenditore normale. Ha fatto bene e ha fatto male e la gente si identifica con questo tipo di personaggio. Noi abbiamo l’84% dei giovani laureati che cercano lavoro all’estero. Questi sono ammirevoli. Chi rimane in Italia non ha voglia di lavorare, non lo cercano nemmeno”.

Briatore: vita da Billionaire

L’imprenditore parla dal Billionaire Mansion, il locale di Dubai aperto nel 2016 sulla scia del successo dei suoi club in Sardegna e Kenya. “I camerieri devono rispettare i nostri standard estetici ed essere alti almeno un metro e settantotto”. E poi la frase che scatena la polemica. “Ci obbligano ad assumere lavoratori del posto, ma altì così non ce ne sono e siamo obbligati a impiegarli diversamente. In spiaggia puliscono gli occhiali dei clienti, accendono i sigari”.